Monte Clapsavon

“Saranno si e no 6-7 piloti, non di più”. Questa era la previsione per la gita da Forni di Sopra al Monte Clapsavon, una splendida montagna che, insieme al Monte Bivera, separa Forni di Sopra dalla valle di Sauris. 
In realtà all’appuntamento in piazza a Forni di Sopra, ci troviamo in sedici! Ben più del doppio del previsto.

La compagnia è allegra ed è alta la voglia di iniziare questa  camminata verso una montagna alta 2.462 metri che promette essere davvero interessante. Dopo il caffè di rito, ci portiamo in località case Tiviei all’inizio della rotabile per poi caricare tutto e tutti su un massiccio pick up che con eroico sforzo ci porta al termine della strada presso gli stavoli Pantarona dove proseguiamo a piedi per il sentiero CAI 210.

Iniziamo a camminare verso la malga Montemaggiore in un bosco reso bellissimo dai colori accesi dell’autunno. Verde dell’erba e dei pini, il giallo dei larici, il rosso dei faggi, l’azzurro del cielo e il bianco delle nuvole, che bellezza! Arriviamo alla malga e dopo un breve riposo proseguiamo per la Forcella Chiansaveit a quota 2.050 metri. Qui giriamo a destra ed il paesaggio muta completamente. Non più prati ma terreno roccioso ed in breve siamo in cima al Clapsavon dove uno stupendo panorama ci consente di vedere tutte le montagne della Carnia, del Bellunese, delle Giulie e soprattutto iniziamo a vedere molti cumuli che sembrano essere perfettamente alimentati dal sole e dal vento da nord ovest. Un vero spettacolo!

C’è tempo per riposarci e per scambiare quattro chiacchere con altri camminatori presenti sulla cima, ma dopo un po’ la voglia di volare prende il sopravvento e allora avanti con i primi decolli! La giornata sembra più che ottima per il volo e le quote raggiunte ci sorprenderanno tutti. Oggi i più bravi avranno superato i 3.300 metri! Un record per la stagione 2016 in Friuli.

A dirla tutta, il vento in decollo è un po’ particolare e non risulta banale effettuare il decollo. Comunque la conformazione della cima del Clapsavon, per quanto quasi priva di prato, aiuta i decolli ed anche le molte false partenze che ci sono state.

L’atterraggio a Forni di Sopra è sito presso gli impianti di risalita di Cimacuta e non presenta nessun ostacolo particolare se non un po’ di attenzione per i numerosi “lasciti” di un gruppo di mucche lasciate al pascolo. La giornata si chiude in bellezza davanti ai piatti di pastasciutta e all’immancabile birra. Un grazie particolare a David e Loris che ci hanno organizzato ed aiutati in questa bellissima giornata di camminata e volo!

Dimenticavo un particolare molto importante; le foto inserite in questo articolo sono state realizzate da Silvia, David, Giova, John e da me. Alcune le trovo molto, ma molto belle e purtroppo….. NON SONO LE MIE!

Scarica

basecumulo

Monte Clapsavon

Difficoltà decollo H&F

Difficolta' 2
Legenda difficoltà »

Possibili decolli

Cima del monte Clapsavon

Possibili atterraggi

Grandi prati nei pressi degli impianti sciistici Cimacuta

Parcheggio

Località Tiviei. Non si può proseguire a meno di particolari autorizzazioni.

Quota minima: 900mt
Quota massima: 2462mt

Da Forni di Sopra (località Tiviei) prendere il sentiero 210. Percorrerlo fino alla Forcella Chiansaveit dove si gira a destra  per la cima del Clapsavon

Coordinate decollo: 46.4383, 12.6319
Coordinate atterraggio: 46.4212, 12.5771

A proposito delle informazioni tecniche di questo articolo.. leggi il disclaimer!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.