Friuli meets Veneto!

L’evento scatenante è la cena annuale del mio primo Club di Volo, in altre parole il mio nido! Tanta voglia di rivedere vecchi amici e compagni di campetti mi porta ad accettare l’invito a cena dagli amici dell’ Aec Little Wings di Revine, che viene poi esteso all’intera giornata in cui ci proponiamo un hike and fly coi fiocchi!
La mattina di sabato 6 febbraio ci troviamo a Cison di Valmarino, qualche km ad ovest di revine, e siamo Loris, Ezio, Massi, Samuele ed io. Ezio è il nostro cicerone ufficiale della giornata e, vele in spalla, ci conduce attraverso il sentiero dell’acqua che parte dal suggestivo paesino fino ad imboccare prima una strada forestale sul monte Pallone e poi il sentiero di cresta che ci porterà fino alla cima Vallon Scuro (1286 mt).

Ci sono diversi sentieri che conducono sulle cime di questo susseguirsi di prealpi, e noi scegliamo di percorrere la via sulle creste; la prima parte di strada forestale ci immerge nel bosco a tratti panoramico sulla vallata, dove ammiriamo Cison dall’alto e dove Loris ci suggerisce i possibili atterraggi sicuri, anche se in questa zona i prati davvero non mancano, ce n’è per tutti! Nel frattempo ci alziamo di quota e raggiungiamo il sentiero che si stacca dalla strada e cominciamo il tratto sulle creste.

Molto suggestivo d’ora in poi, si sale, si scende, si risale e si riscende diverse volte, attraversiamo rocce levigate e forate, ci arrampichiamo tra i sassi, raggiungiamo cucuzzoli tra memorie di guerra e finalmente arriviamo a guardare il passo San Boldo dall’alto. Da questo punto ci immettiamo in un sentiero numerato 991, che prendiamo nella sua parte finale verso la cima, bypassando la parte che lo introduce (sentiero delle Scalette), e seguiamo le indicazioni verso il Rifugio del Loff, timido e davvero suggestivo bivacco incastonato nella parete sud del Crodon del Gevero, davanti al quale si apre tutta la Val Pisol, e facciamo una breve sosta, rimproverandoci di non aver portato salsicce e polente da rosolare sul fuoco e rassegnati ci accontentiamo di una manciata di frutta secca..
Ci manca ancora qualche passo per la nostra meta ed in questo punto il vento comincia a soffiare scivolando sulle pendenze dei prati sopra di noi. Non passa molto che raggiungiamo la sella, Forcella del Foran, ad appena un quarto d’ora dalla cima. La situazione meteo crea un attimo di silenzio, ed ora pensiamo solo ad arrivare fino alla Croce, poi rifletteremo sul da farsi. In vetta un ventoso sospiro di sollievo, gli occhi sorridono al panorama a tutto tondo, qualche scatto a nord dove lo sfondo del bellunese rapisce lo sguardo, e poi tutta la cresta fino al m.te Visentin con tutte le sue antenne..ed il cielo..che si riempie di cumuletti sempre più regolari fino a creare una strada e poi coprono il sole e crescono..insieme alle pupille dei miei compagni che già si pregustano il volo!

Il vento non molla, scendiamo di nuovo alla selletta per cambiarci e mettere qualcosa di serio sotto i denti, nel frattempo valutiamo come procedere. A tratti parrebbe calmare ma ci rendiamo conto che le raffiche comunque sono sostenute e siamo un po’in sottovento, è il caso di spostarci. Sacche di nuovo in spalla e ci avviamo verso est dove individuiamo una cimetta esposta a favore di vento (OSO) e in cui riponiamo le nostre speranze prima di arrenderci al rientro senz’ali.
L’intuizione dei local viene premiata e la cima Agnellezze ci regala il decollo di oggi, un po’ ventoso a tratti, ma esposto perfetto, e comunque in fase di calo per quanto riguarda le condizioni fastidiose (anche grazie all’orario, ormai sono le 14.30 circa).
L’aria regala ai parapendii una buona oretta di volo, dal decollo alla nostra sinistra si apre il traverso del passo San Boldo mentre davanti a noi, a est la vallata che scende a Tovena, a ovest quella che scende a Cison, di fronte la cresta percorsa salendo durante la mattinata! Paesaggio meraviglioso!!

Il volo per qualcuno di noi è davvero soddisfacente, il vento era forte solamente in decollo, in aria aperta si fluttua e ci si gode il panorama, salutando i vicini volatili partiti dal decollo di Revine. L’atterraggio è a Cison, i prati sono numerosi e comodi, la condizione calma. Dopo undici km e 1800 mt di salita (ma forse ha esagerato il gps..) ci ritroviamo tutti e cinque a fare il meritato briefing, riscaldati dall’ottimo brulè del baretto in centro e da un’altra bella avventura nel cuore!
Grazie Little Wings Friends!!

Scarica

beesterfly

Hike & Fly Cima Vallon Scuro

Possibili decolli

Decollo Vallon Scuro poco favorevole al vento da Ovest. Esposizione Sud ottimale.

Decollo Agnellezze esposizione SW, S, SE.

Possibili atterraggi

La vallata di Revine, Tovenam, Cison presenta diversi prati da sfruttare come atterraggio, oltre agli ufficiali dei Club VLP e a Revine di Aec Little Wings.

Quota minima: 261mt
Quota massima: 1286mt

Coordinate decollo: 46.0016, 12.1435
Coordinate atterraggio: 45.9662, 12.1422

A proposito delle informazioni tecniche di questo articolo.. leggi il disclaimer!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.